10 segnali di pericolo del morbo di Alzheimer

Le persone con depressione, stress o stitichezza sono statisticamente più colpite dal morbo di Alzheimer. Questo è ciò che hanno scoperto i ricercatori francesi Studiare le cartelle cliniche di pazienti francesi e britannici. Un team del Paris Brain Institute e dell’Università di Bordeaux ha avuto accesso ai dati medici di quasi 80.000 pazienti, metà dei quali aveva il morbo di Alzheimer e l’altra metà no.

Utilizzando un sistema di modelli matematici, hanno testato il possibile legame tra l’insorgenza del morbo di Alzheimer e 123 malattie. Il risultato: sono stati in grado di identificare dieci malattie che erano significativamente più comuni nei pazienti di Alzheimer nei due-dieci anni precedenti la diagnosi. La depressione viene prima, seguita dall’ansia. Poi arriva grave affaticamento, perdita dell’udito, costipazione, spondiloartriteReumatismi cronici, perdita di memoria, affaticamento, cadute e improvvisa perdita di peso inspiegabile. Alcune di queste associazioni erano già note, ma l’associazione con l’osteoporosi cervicale o la stitichezza è ancora più sorprendente.

Fortunatamente, non è perché si sente bene o si è preoccupati che si svilupperà sistematicamente l’Alzheimer: lo studio non mostra affatto un’associazione di causa ed effetto. Questa è una correlazione statistica a questo punto. Questo studio è stato pubblicato in La Lancet Salute Digitale Resta da approfondire, e da conoscere ai suoi autori, perché a questo punto non sanno se i problemi di salute che devono affrontare siano fattori di rischio o i primi segnali di allarme della malattia.

Tuttavia, questi risultati aprono strade per essere in grado di rilevare il prima possibile le persone più a rischio di sviluppare questa malattia, che generalmente si sviluppa; In silenzio, dieci anni prima della sua diagnosi. Perché anche se non esiste ancora una cura per l’Alzheimer, altri ricercatori hanno dimostrato che agendo sullo stile di vita, possiamo prevenire o ritardare fino al 40% dei casi di Alzheimer.

READ  Tolosa: Parc Clinic diventerà una casa per anziani

Queste leve su cui si può lavorare servono ad aumentare il livello di studio e di stimolazione intellettuale, ma anche a ridurre l’obesità, la sedentarietà, la pressione alta, nonché il consumo di alcol o tabacco.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.