10 anni dopo, il Festival Internazionale del Cinema di Saint-Jean-de-Luz continua a crescere

10 anni dopo, il Festival Internazionale del Cinema di Saint-Jean-de-Luz continua a crescere

AÈ il direttore tecnico di Festival Internazionale del Cinema di Saint-Jean-de-Luz (FIF)Quest’anno sono stato creativo evidenziando diversi elementi del programma per questa decima edizione annuale del nome durante l’estate. Innanzitutto la composizione della giuria prevista dal 2 all’8 ottobre a Pirate City, presieduta da Agnès Jaoui, poi Guillaume de Tonquedique, William Liebeguel, Alison Paradis e Sarah Soko. Poi i nomi dei film selezionati, in concorso o meno. Dieci anteprime francesi, un’esclusiva internazionale sul fronte dei lungometraggi e alcune chicche…

AÈ il direttore tecnico di Festival Internazionale del Cinema di Saint-Jean-de-Luz (FIF) Quest’anno sono stato creativo evidenziando diversi elementi del programma per questa decima edizione annuale del nome durante l’estate. Innanzitutto la composizione della giuria prevista dal 2 all’8 ottobre a Pirate City, presieduta da Agnès Jaoui, poi Guillaume de Tonquedique, William Liebeguel, Alison Paradis e Sarah Soko. Poi i nomi dei film selezionati, in concorso o meno. Ci sono dieci anteprime francesi e un’esclusiva mondiale per i lungometraggi, e alcune gemme sono promesse nella collezione di cortometraggi in continua evoluzione.

Il responsabile di sala e delle cerimonie, Patrick Fabre, ha detto qualcosa in più, lunedì 11 settembre, dal cinema L’Arlequin di Parigi, circondato da registi, attori, produttori e giornalisti, “amici del festival”. Lì è stata organizzata una proiezione speciale di “10 Anni” per evidenziare a lettere maiuscole questa bella storia d’amore che dura per “il cinema del futuro e i giovani talenti”. Il resto della sceneggiatura è stato scritto giovedì 14 settembre nella sala grande del cinema Le Select. Con molte fantastiche pubblicità da offrire al pubblico lausiano.

Poppen e Besnehard

La prima sorpresa è riservata ai titolari dei Competition Film Pass (€85) e Featured Pass (€125), invitati a partecipare lunedì 2 ottobre a una nuovissima serata di apertura al Centro Culturale Peyuco-Duhart. I partecipanti scopriranno un nuovo documentario sui 10 anni del festival (diretto da Patrick Faber), e poi potranno godersi un concerto del compositore ed interprete di musica da film Alex Bobin. Una vera delizia, proseguirai al Select con il regista Thierry Kleva e gli attori Lætitia Dosch e Ben Attal, per la prima nazionale del lungometraggio “Les Rois de la piste”.

READ  servette FC-AS Roma, sostenitrice della preoccupazione per la poligamia

Ad aprire il ciclo di incontri e masterclass la mattina successiva sarà lo stesso Alex Beaupain, compositore della colonna sonora del film di Thierry Kleva. Il fotografo Manuel Motier, le cui immagini saranno esposte in tutta la città dal 22 settembre, entrerà in servizio alle 15.00. Si consiglia di organizzare un terzo incontro mercoledì 4, alle 11,45, sul tema del cinema basco. Seguirà, alle 16, una sessione di autografi per il produttore cinematografico, attore, agente e cofondatore del Festival del cinema francofono di Angoulême, Dominique Bessenhardt.

Guillaume de Tonquedec parlerà dell’arte della commedia giovedì 5. Thomas Bedegan terrà una lezione di sceneggiatura venerdì 6. Poi, sabato 7, la presidente della giuria, Agnès Jaoui, ospiterà il classico incontro intitolato “Il mio Primo Cinema”, sullo splendido film “Il Gusto degli Altri”.

Lemercier e Devos

Giovedì il pubblico ha scoperto anche i nomi dei registi, attrici e comici che si esibiranno sul tappeto rosso del Cinema Lusine dal 2 all’8 ottobre. Da parte dei direttori si è creato quasi il tutto esaurito. A conferma della dimensione internazionale del festival, se necessario, alcuni viaggeranno dallo Yemen, dalla Turchia, dal Quebec, dal Belgio o dall’Italia.

Grande entusiasmo ha accompagnato anche l’annuncio dell’accoglienza di Valéry Lemercier (per “L’Arche de Noé”), dell’arrivo di Raphaël Thierry e Emmanuel Devos (per “The Clay Man”), e dell’arrivo di Grégory Gadbois (“Per l’ Padre”). “) o il ritorno di Clémence Poésy (“Non sono un eroe”). Ha incontrato oggi Patrick Fabre e non ha nascosto la speranza di aggiungere il nome di Géraldine Naccache a questa lista, sotto i riflettori di entrambi “Non sono un eroe” e “Patriarcale”.

READ  Italia: affetto da leucemia cronica, Silvio Berlusconi è ancora in terapia intensiva

Restano rilevanti anche gli incontri tra professionisti, i corsi per le scuole, la mediazione sulla critica, le serate fuori sede, la proiezione dei cortometraggi del Nikon Film Festival e l’interpretazione di importanti colonne sonore cinematografiche da parte della Donibaniko Haysack Brass Orchestra. Questo bellissimo poster si completa con l’invito a godersi un passaggio nei cieli di Losanna sul Patroi de France il giorno di chiusura del festival.

“Un passaggio straordinario, al tramonto”, hanno affermato il vicesindaco e presidente del Festival Eric Soriot e il direttore dell’animazione di Saint-Jean-de-Luz Frédéric Cadet, lieti di aver potuto far coincidere questo spettacolo aereo con la chiusura di questa edizione anniversario.

Le prenotazioni apriranno lunedì 18 per abbonamenti e abbonamenti e martedì 19 per i posti singoli (at cineluz.fr Del ventesimo). Tutte le informazioni a riguardo Sito web fifsaintjeandeluz.com

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *