Campioni di ogni tempo

Impressionante Nadal, a Parigi centra "la Decima"

12 Giugno 2017

di Lorenzo Pulcioni

Per il povero Wawrinka non c'è stato praticamente niente da fare. Un 6-2 6-3 6-1 che parla da solo e permette allo spagnolo di entrare nel mito: mai nel tennis maschile un giocatore era riuscito a vincere 10 edizioni di un singolo Slam. Solo Margaret Smith Court, tra le donne, era riuscita in un'impresa del genere con 11 Australian Open.

In tutto il torneo Rafael Nadal ha perso appena 35 game e 6 break, nessun set concesso agli avversari. Meglio anche del 2008 (nessun set perso, 37 game e 9 break concessi). Con il terzo Roland Garros vinto senza concedere nemmeno un set in tutto il torneo (il secondo è quello datato 2010), lo spagnolo supera Sampras come numero di major vinti e avvicina Roger Federer (18). Numeri da discesa all'inferno e ritorno in paradiso per il mancino di Manacor che si dimostra un epico Ercole plasmato con l'argilla e destinato con un soffio vitale a trionfare sulla terra rossa.

L'illusione di avere una partita è durata fino al 2-2 del primo set per un inizio contratto di Nadal, figlio di una tensione palpabile nell'avvicinamento di un traguardo di tale portata. Sette game di fila tra primo e secondo parziale hanno scavato il solco e Wawrinka ha pagato le energie spese contro Murray ma anche la mancanza di soluzioni e di fiducia vedendosi sovrastare sulla diagonale sinistra, laddove il miglior colpo di entrambi (dritto in top spin da una parte e rovescio a una mano dall’altra), doveva emettere la sentenza. In poco più di due ore di match il pomeriggio è volato via rapidissimo a Bois de Boulogne, sotto un sole cocente e con un caldo secco che probabilmente, anche da lassù, aveva già eletto il vincitore, deliziato dalle condizioni migliori per rendere il commento tecnico di questa finale persino superfluo.

Tra lui e Murray, n.1 al mondo, ci sono solo 2700 punti e il britannico dovrà difenderne molti accumulati nella brillante seconda metà del 2016. Non è impensabile che lo spagnolo possa tornare ancora una volta sul tetto del mondo.

Prime pagine di oggi

24 Agosto 2017

Ti consigliamo

Campioni di ogni tempo

"Dorando Pietri - una storia di cuore e di gambe"

Dedicata ad uno dei più epici eroi dello sport italiano, protagonista di uno degli episodi più famosi e drammatici della storia dello sport alle Olimpiadi di Londra del 1908

12 Ottobre 2016

Campioni di ogni tempo

Abdellatif Baka, l'ipovedente più veloce dell'oro

L'algerino ha corso i 1500 alle Paralimpiadi di Rio un secondo e mezzo più veloce del suo "collega" che ha vinto l'oro per normodotati nella stessa gara un mese fa

15 Settembre 2016

Campioni di ogni tempo

Nadia Comaneci, la farfalla che raggiunse la perfe

Alle Olimpiadi di Montreal 41 anni fa l'esibizione della ginnasta rumena colse impreparati i tabelloni: uscì 1.0 perchè nessuno mai prima aveva raggiunto il 10

9 Luglio 2017

Campioni di ogni tempo

Ayrton Day, ricordando l'uomo che cambiò la storia

Il 1 maggio è la Festa dei Lavoratori da circa 120 anni. Ma dal 1994 è soprattutto l'anniversario della morte di Ayrton Senna, uno dei più grandi campioni dello sport di tutti i tempi.

1 Maggio 2017

Campioni di ogni tempo

Il cuore grande di Roby Baggio, i suoi 50 anni in

Visita a sorpresa del campione che spegne le candeline in compagnia delle popolazioni colpite dal sisma. Con la famiglia fa visita ad Amatrice e Norcia. E si commuove

18 Febbraio 2017

Campioni di ogni tempo

Un motivo in più per sentire le partite alla radio

Riccardo Cucchi saluta "Tutto il calcio minuto per minuto". Inter-Empoli alle 15 sarà l'ultima radiocronaca della storica voce della Rai

12 Febbraio 2017

In questa categoria