Attualità

Sanremo: le pagelle dei duetti

9 Febbraio 2019

di Alberto Foà

FEDERICA CARTA & SHADE FEAT CRISTINA D'AVENA: Il brano è il più "inutile" dell'intero Festival, il tormentone "Scusa ma" andrebbe bene solo lo cantasse "Il Milanese Imbruttito" e per rendere decente il tutto non basta Cristina D'Avena, servirebbe il Mago Zurlì. Voto 0,333 periodico

MOTTA FEAT NADA: Lui, qualche anno fa, suonava la chitarra per Nada e invece, ieri sera, anche. La canzone è indie sul serio e non è affatto male le loro voci calde (come del resto lo era anche "Ma che freddo fa") ed intense. Essenziali. Probabilmente tra le performance migliori, magari non il migliore, ma, di sicuro, i fischi per loro sono stati peggio perfino della canzone di Irama. Voto 7, con tante scuse

IRAMA FEAT NOEMI:  Anche dopo il duetto con Noemi ci si interroga su cosa sia salvabile di questo brano finto, brutto e molto molto appoggiato. C'è chi dice il ritornello, chi il coro gospel. Secondo me il finale. Perchè, almeno, finisce... Voto 2, perchè era un duetto.

PATTY PRAVO & BRIGA FEAT GIOVANNI CACCAMO: Caccamo poteva essere l'uomo giusto al posto giusto e al momento perfetto per coprire in maniera definitiva di pupù l'intera storia canora di Patty. Invece, tutto sommato, i tre, per una volta, sono almeno riusciti a far capire cosa suonassero e cantassero (anche se non sempre è un vantaggio). E lei, rispetto alle altre sere, è apparsa persino meno "stonata". E non mi riferisco alla voce. Voto 5,5 che sono sempre 5 punti in più di quanto meritato finora.

NEGRITA FEAT ROY PACI ED ENRICO RUGGERI:  Performance di qualità. Bella la tromba di Roy anche quando "richiama" i Righeira, efficace e incisivo il timbro di Enrico. Voto 8

IL VOLO FEAT ALESSANDRO QUARTA: Prima c'è un assolo virtuoso del violinista in jeans. Poi comincia il pezzo de Il Volo. Purtroppo. Voto 3, anche ai finti voti che continuano a spingerli e ai veri applausi della platea e del fan club.

ARISA FEAT TONY HADLEY E KATAKLO: I ballerini (bravissimi) ci stavano come i cavoli a merenda, la pronuncia di Tony Hadley degna del Mal di "Furia", ma nel complesso l'ex Spandau ha portato valore aggiunto. Anche lei "sostenuta" al televoto in modo quasi fastidioso, però la sufficienza la merita e anche bella paciarotta. Voto 6 e 1/4. 

MAHMOOD FEAT GUE PEQUENO: L'ospite si è presentato vestito da torero e i primi tre versi della canzone sono da Procura ma il pezzo e lo stile sono originali e comunque spaccano, non solo le balle intendo. Voto 7 e stikazzi

GHEMON FEAT DIODATO E CALIBRO35: Lui è bravo e originale ma la canzone non convince del tutto. Come atmosfere, comunque, nel trietto ci ha guadagnato molto. Voto 7-

FRANCESCO RENGA FEAT BUNGARO ED ELEONORA ABBAGNATO: Lei è splendida, la canzone non lascia il segno, Bungaro ha colpe e meriti e lui è sottotono. Voto 5 e 3/4, facendo la media.

ULTIMO FEAT FABRIZIO MORO: A parte che sembrano amici sul serio e magari lo sono, il primo (cioè Ultimo) con l'altro guadagna in sicurezza, l'altro, con Ultimo, in tenerezza. La grinta c'è, l'ensemble è da applausi. Bene, bravi, 7+ (e se non potrà vincere Nigiotti, speriamo possa Ultimo).

NEK FEAT NERI MARCORE': Decisamenti meglio in questa versione che in quella da "single", Nek ha comunque qualcosa in più: le extension o il parrucchino. Voto 6++

BOOMDABASH FEST ROCCO HUNT E I PICCOLI CANTORI DI MILANO: Aria di festa sul palco. Il brano è facile facile ed è un complimento. Voto 6++, come Nek 

THE ZEN CIRCUS FEAT BRUNORI SAS: Nell'insieme una bella performance, su uno dei testi più innovativi del Festival. Voto idem, cioè come Nek e i Boomdabash, 6++

PAOLA TURCI FEAT BEPPE FIORELLO: Pensavo la cosiddetta giuria d'onore avrebbe premiato loro, invece, per fortuna, no. Voto 6-, perchè sono entrambi bravi e hanno una bella cifra stilistica, ma nè il duetto nè il brano convincono più di tanto. 

ANNA TATANGELO FEAT SYRIA: Loro hanno voci da 9, la canzone è appena appena da 4,5, il vestito da Zorro di Anna è da 7 e quello da Tatangelo di Syria invece pure. Il totale fa 27,5, la media faebbe 6,8 ma il Voto è appena appena 6, perchè, delle medie, se non sono birre, è sempre meglio diffidare... 

EX OTAGO FEAT JACK SAVORETTI: Apprezzo entrambi. Ma separati. Voto 5

ENRICO NIGIOTTI FEAT PAOLO JANNACCI E MASSIMO OTTONI: Enrico è tra i cantautori preferiti, paolo è un musicista con i controfagotti e Ottoni un maestro delle immagini; la canzone è bella, vera ed intensa. Ma il trio, insieme, non porta valore aggiunto. Voto 6 e 1/4 e il quarto è perché Nigiotti, finalmente, ha sciolto i capelli alla Grignani.

LOREDANA BERTE' FEAT IRENE GRANDI: Il duetto è servito più a irene Grandi che alla Bertè. Nessuno lo dice e ancor meno lo scrive ma entrambe hanno comunque perso il tiro da tempo e solo ora sono, in timido, recupero. Il brano nulla di che, anche se, lo avesse vantato Vasco... Voto 5, tra memoria e rimpianti...

DANIELE SILVESTRI & RANCORE FEAT MANUEL AGNELLI: Tre giganti e tutto è studiato bene. Agnelli funziona come interprete, un po' meno i suoi spostamenti sul palco. Voto 7 e 3/4 sperando diano a loro il Premio della Critica e non ad altri magari più sponsorizzati dal sistema Sanremo.

EINAR FEAT BIONDO E SERGIO SYLVESTRE: L'unica cosa credibile è il nome di quello con la chioma bionda. La domanda è come abbia fatto ad arrivare a Sanremo Einar e soprattutto una cagata del genere. Voto 0,99, come il prezzo di DOPO LA FINE DEL MONDO, la mia canzone su iTunes

SIMONE CRISTICCHI FEAT ERMAL META:  Generalmente, specie il secondo, sopravvalutati, anche se lo spessore e la ruffianaggiane ci sono. Voto 6 e 1/2

NINO D'ANGELO & LIVIO CORI FEAT SOTTOTONO: Ogni sera meglio. Fosse dipeso da me, avrei premiato loro o i Negrita, come performance. Voto 8, in progress

ACHILLE LAURO FEAT MORGAN: La chimica c'è (e non poteva essere altrimenti) ma la canzone resta una scemata spacciata per arte, con uno dei testi più brutti -ed è tutto dire- della storia del festival. Tra l'altro, fossi il signor Rolls Royce, farei partire le cause... Voto 4, per il discorso delle medie e dei 2 polli, 7 a Morgan (e pure Achille Lauro quando parla non sembra stupido, anche se è come Ermal Meta, sovrastimato) e 1 al brano.

ANASTASIO: Funziona. però va detto che il suo duetto con Bisio non è stato un duetto. Voto (quindi) SV, senza voto.

CLAUDIO BAGLIONI: Lui, più che per i tanti, troppi, duetti è giusto valutarlo come conduttore. E rispetto alle prime due serate bisogna ammettere che è in buona rimonta. Voto 6 e 3/4

VIRGINIA RAFFAELE: Ancora deludente. Un po' per le grandi aspettative, un po' perchè piuttosto che imitare qualcuno lascia perfino spazio al Baglioni-Costanzo, un po' perchè l'unica cosa davvero divertente l'ha fatta con la Vanoni, ma a farla è stata la Vanoni. Voto 4, con tanti rimpianti.

CLAUDIO BISIO: Di colpo assomiglia a se stesso e si libera di molti freni, legaggi e pesantezza. Per riuscirci deve staccarsi da Baglioni e dalla Raffaele e "usa" il Liga prima ancora del bel bel monologo su suo figlio e i giovani. Voto 7, era ora.

LIGABUE FEAT BAGLIONI: Per Ligabue la domanda è "quand'è che scriverai un'altra canzone, oltre a quella lenta e quella velcoe", per Baglioni cosa ci sia di profetico in Dio è Morto, visto che l'ha presentata così. Quanto a "Dio è Morto", è riuscita bene (soprattutto la prima parte) ed è molto bella. Voto 7, peccato (per loro) l'abbia scritta Guccini. 

Chi avresti voluto vincesse Sanremo?

Vota il tuo artista preferito (e il suo brano) al Festival

0.74% Roby Facchinetti & Riccardo Fogli

0.00% Nina Zilli

1.48% Giovanni Caccamo

0.74% Enzo Avitabile & Peppe Servillo

3.70% Ornella Vanoni, Bungaro & Pacifico

0.00% Renzo Rubino

0.00% Decibel

0.74% Elio e le Storie Tese

0.74% Mario Biondi

2.22% Noemi

5.19% The Kolors

3.70% Diodato & Roy Paci

17.04% Lo Stato Sociale

11.11% Ermal Meta & Fabrizio Moro

1.48% Le Vibrazioni

12.59% Ron

13.33% Max Gazzé

11.85% Luca Barbarossa

7.41% Annalisa

5.93% Red Canzian

Ti consigliamo

Attualità

La canzone di Irama è come lo yogurt: fa cagare...

Trionfo per Ornella Vanoni, tonfo per Patty Pravo con Briga

8 Febbraio 2019

Attualità

Sanremo riprende quota. Le pagelle della seconda s

Meglio il ritmo televisivo, migliorano i conduttori e anche alcuni cantanti

7 Febbraio 2019

Attualità

Le pagelle della prima serata del Sanremo più brut

Ultimo, Silvestri, Nigiotti, Motta e, al limite, la Tatangelo le sole "cose" da salvare

6 Febbraio 2019

Attualità

Sanremo: le pagelle dell'immediata vigilia

Il festival di Salzano, della Sony e delle lobby parte, stasera. Previsto un boom di ascolti dovuto alla mancata concorrenza

5 Febbraio 2019

Il borsino di Foà

Se la Juve prende 3 gol a partita vincerà il Napol

L'Inter senza qualità, Spalletti è un bluff ma Conte è anche peggio

4 Febbraio 2019

BarGirl

Le magnifiche finaliste di Miss Ippodromo

La grande giornata-evento il 13 aprile a Montechiarugolo

29 Gennaio 2019