A briglia sciolta

CICCIO DA "UN MEDICO IN FAMIGLIA" AL DERBY DI GALOPPO

15 Maggio 2015

Domenica a Roma (con  il tedesco Graasten nel ruolo di spauracchio per i portacolori azzurri) si disputa il Derby di galoppo, il traguardo più ambito, nelle sfide per i purosangue di 3 anni, per allevatori, proprietari, allenatori e fantini.

Tra questi ultimi c'è anche Ciccio Martini, storico protagonista di "Un Medico in Famiglia", la fortunata (quanto infinita) serie Rai teleguidata da Lino Banfi.

Attenti, non si tratta di uno scherzo nè del più classico degli errori di sbaglio: Ciccio -o meglio Michael Cadeddu, l'attore che lo ha sempre interpretato, per nove lunghi anni prima da bambino e poi da ragazzotto- sarà davvero al via nella classicissima capitolina, se non ci credete, o pensate a una fiction, potete controllare voi stessi il jockey in sella (foto sotto) a Summer Paradise.

L'ippica è sempre stata nel cuore di Miki. "Davvero -racconta entusiasta- in realtà i cavalli e le gare li ho proprio nel sangue, in senso letterale, dato che mio padre Pietro è stato un grande fantino d'ostacoli".

Certo, la precoce carriera da star e il percorso di studi, avrebbe distolto chiunque dalle corse ippiche se si fosse trattato solo di volere emulare papà, ma la passione di Miki per i cavalli e il sogno di diventare ed essere un fantino non sono mai vacillate: la scuola, il set, la tv (spot da quando aveva due anni, poi il personaggio di Lenticchia a Solletico, poi il decollo con Amico Mio e, appunto, il personaggio di Ciccio) e tutto il resto (compreso la conduzione dello Zecchino d'Oro e un paio di film di buon livello) ma appena poteva scappava nelle scuderie di Milano dove saltare in groppa a un cavallo lo rendeva più felice di qualsiasi altra cosa.

Tredici anni fa -Miki ora ne ha 28- i primi galoppi da allievo, a San Siro e poi a Roma, le prime corse in giro per la penisola (Napoli, Grosseto, Albenga, Varese, Merano) come regalo e vacanza tra una puntata e l'altra, la prima vittoria, arrivata a Roma il 16 dicembre 2004 in sella a Ravello  che -ammette- "mi ha regalato un'emozione così speciale che penso nemmeno vincessi l'Oscar potrei provare"...

Neppure la crisi dell'ippica lo ha distratto, convertito a tempo pieno alla recitazione e ai flash. Anzi, a un certo punto, con la serie a gonfie vele e lui sempre più richiesto da fan, rotocalchi e registi, Ciccio ha fatto le valigie e per amore dei cavalli e per il gusto "di beccarmi il vento in faccia da dietro la loro criniera" è emigrato in Germania diventando un vero e proprio pendolare dalla doppia vita: famiglia, affetti, amicizie, telecamere, troupe e popolarità in Italia, giovane e determinato "apprendista" del turf in Baviera e Renania.

Da due stagioni Ciccio ha lasciato la serie (in realtà gli sceneggiatori, confidando in un ripensamento, lo hanno "parcheggiato" in Australia con l'amata Tracy (sotto in una foto di scena), ad allevare -ironia della sorte o dritta rubata alla realtà- cavalli e gestire un maneggio, mentre il suo alter ego fantino ha bruciato le tappe anche in sella, tanto che domenica verrà da Colonia a Roma per correre il Derby.

Con quali chance? "Temo non vinceremo, ma punto primo specie con i cavalli mai dire mai, punto secondo già parteciparvi è un sogno e punto terzo sarà il mio primo Derby e spero di riuscirne a correre almeno nove, tanti quanti sono stati gli anni in cui ho fatto, e in un certo senso sono stato, Ciccio"...

 

  

Ti consigliamo

A briglia sciolta

LA GRANDE FESTA DEL TROTTO CON LA NOTTE DELLE STEL

Chiunque oggi si trovasse in zona -ferie o lavoro- ha il dovere verso se stesso di passare la serata all'ippodromo di Montegiorgio e godersi uno spettacolo unico, divertente, sospeso tra tradizione e modernità, con quel pizzico di fashion (prevista anche una sfilata di moda) e la sconfinata bellezza dei cavalli da corsa.

16 Agosto 2015

A briglia sciolta

INTERVISTE NON TROPPO INVENTATE E LA FESTA PER VAR

Varenne, il trottatore italiano più famoso e vincente di sempre, uno dei pochissimi numeri1 al mondo nel panorama dello sport nazionale, oggi martedì 19 maggio compie vent'anni.

19 Maggio 2015

A briglia sciolta

MILANO INAUGURA IL NUOVO TROTTO E FESTEGGIA VARENN

Da sabato 9 maggio le corse al trotto tornano a Milano. Chiuso a fine 2012 il vecchio ippodromo di San Siro, vissuto come un amico speciale da generazioni e generazioni ma ultimamente mestamente decaduto fino all'abbandono, ora ne è nato uno nuovo, a pochi metri dall'antico trotter, nel cuore de Parco Sud e del centro di allenamento del galoppo, sempre di proprietà del gruppo Snai, ora guidato da Giorgio Sandi.

7 Maggio 2015

A briglia sciolta

RIBOT, IL CAMPIONE CHE AVEVA UN PATTO CON IL DESTI

Nato il 27 febbraio 1952 da un incrocio più magico del Criss Cross (il primo reggiseno senza ferretto), quello tra babbo Tenerani e mamma Romanella, Ribot è il cavallo che più e meglio di ogni altro è passato alla storia ed è andato anche oltre, diventando leggenda tramandata di generazione in generazione tra gli appassionati dell’ippica e del galoppo in particolare, ma arrivando anche a chi, in un ippodromo, non era mai stato.

27 Novembre 2018

In questa categoria